Primavera e allergie come proteggere i più piccoli

Data di pubblicazione:26 Marzo 2019
By Mancini

Alcune regole d’oro per affrontare la pollinosi

La primavera è la stagione dei fiori e dei colori. Il periodo dell’anno in cui le temperature diventano più miti e il sole invita a passare più tempo all’aperto. Le giornate si allungano, i colori della natura si accendono e purtroppo ritornano anche le allergie! Rinite, congiuntivite e asma tornano a rovinare la nostra quotidianità. In questo caso gli antistaminici sono l’unica soluzione per abbattere i sintomi. Uno studio ha però dimostrato che anche l’acqua è un’ottima alleata, specie per i nostri bambini.

Idratazione, vero antidoto per le allergie

Riniti e asma causano infiammazione delle vie respiratorie. Mantenere il corpo idratato, perciò, contribuisce decisamente al benessere delle mucose dell’apparato respiratorio e degli occhi. L’acqua, quindi, allevia i fastidi dovuti alle allergie in soggetti particolarmente sensibili a determinati pollini. Le infiammazioni sono infatti causate da una sostanza liberata dalle cellule immunitarie per combattere gli allergeni, l’istamina. Sebbene sia presente in tutti i tessuti, l’istamina viene prodotta ed in massima parte immagazzinata all’istante, soprattutto a livello delle cellule primariamente coinvolte nella risposta allergica ed immunitaria.

Alimenti ricchi di magnesio

Come la ricerca del dottor Alessandro Zanasi, docente della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio dell’Università di Bologna ha dimostrato, l’assunzione di acque minerali e alimenti ricchi di magnesio può portare benefici a chi soffre di rinite o asma. Il deficit di magnesio si verifica infatti nei pazienti con problemi respiratori. Questa sostanza, infatti, interviene in numerosi processi metabolici dell’organismo e nella contrattilità del muscolo liscio di diversi tessuti. Ecco perché il magnesio è consigliato un valido alleato contro le allergie che coinvolgono l’apparato respiratorio.

Dieta detox per eliminare le tossine

Una dieta disintossicante può essere utilissima per depurare l’organismo del bambino. Con il peggioramento delle condizioni ambientali l’organismo ha la necessità di smaltire le scorie che vi si insinuano. L’assunzione di un’adeguata quantità di acqua aiuta ad eliminare le sostanze nocive derivanti da fattori ambientali, possibili cause di reazioni allergiche. Ecco qualche accorgimento per una baby dieta detox: ridurre o abolire i cibi troppo grassi, raffinati e conservati; prediligere gli alimenti freschi e di coltivazione biologica; preparare un piatto unico a pranzo e a base di proteine e verdure a cena. Non dimenticare di accompagnare i pasti con acqua non gassata e per merenda prediligere spremute e centrifugati di frutta fresca. Una corretta idratazione è la chiave fondamentale, privilegia quindi acque che facilitano la diuresi che garantisce una facile eliminazione delle impurità.

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: