Maison Givenchy sinonimo di raffinatezza francese…

Data di pubblicazione:05 Aprile 2019
By Mancini

Storia di una casa di uno stile senza tempo

Hubert de Givenchy è stato una leggenda della moda. Ha rappresentato degnamente lo stile francese, impeccabile e sofisticato, con eleganza e semplicità. Givenchy era infatti detto lo “stilista aristocratico” per i suoi modi eleganti e per la sua classe.

Storia del fondatore Hubert

Originario di Artois e discendente da una antichissima famiglia veneziana i Taffini, Hubert James Taffin de Givenchy inzia a soli 17 anni la sua carriera lasciando Beauvais per Parigi inseguendo la sua passione. Esordisce da Jacques Fath mentre studia disegno, fino ad arrivare alla Maison Schiaparelli. Non è lontana la svolta individualista, ha solo 27 anni quando apre il suo atelier e lancia la sua prima collezione. I suoi modelli hanno linee pulite e tessuti semplici e saranno la sua firma per sempre.

Audrey Hepburn e la Colazione da Tiffany

Il tubino nero che tutti ricordiamo in Colazione da Tiffany è proprio firmato Hubert de Givenchy. Quella con la protagonista Audrey Hepburn fu un’amicizia lunghissima, per lei realizzò, tra gli altri, gli abiti per il film “Sabrina”. Fu con gli abiti disegnati per lei in “Funny Face” che lo stilista si aggiudicò anche una nomination agli Oscar. Tra le sue creazioni più note ci sono, inoltre, la “blusa Bettina” in lino bianco con maniche a balze, l’abito a sacco e il cappotto balloon, tutti frutti dell’influenza di Balenciaga sul suo stile. Da quel momento realizzerà i costumi di gran parte dei film della Hepburn, a “Colazione da Tiffany”, e la vestirà in tutte le sue apparizioni pubbliche, rendendola un’icona di stile.

Lo stile Givenchy

Linee fluide ed eleganti, niente strutture né inutili orpelli. Lo stile Givenchy era prima di tutto classe. Un’eleganza ricercata e mai banale che fa della leggerezza e della semplicità le sue linee guida. “Casual chic, eleganza aristocratica e femminilità costituiscono l’universo senza tempo della Maison Givenchy”. Ancora oggi la sua influenza nella moda è evidente: lo stilista riuscì ad elevare le sue creazioni e i suoi atelier al rango internazionale, giocando un ruolo fondamentale nel mondo della moda.

Gli stilisti della Maison

Huber de Givenchy interrompe la sua attività nel 1995. In seguito, la casa di moda vedrà alternarsi alla direzione creativa John Galliano, Alexander McQueen, Julian McDonaldfino fino a Claire Waight Keller, attualmente in carica. La stilista, approdata a Parigi nel 2011 alla guida di Chloé, nel 2017 viene nominata direttrice artistica Givenchy e l’anno seguente realizza l’abito da sposa di Meghan Markle, ora duchessa del Sussex, in occasione del suo matrimonio con il principe Harry.

Givenchy kids la collezione bambino

Nasce nel 2017 dallo stilista italiano Riccardo Tisci, allora direttore creativo Givenchy, la prima collezione bimbo. “Ho sempre cercato di spingere la Maison verso la dimensione di lifestyle e quindi la collezione Givenchy kids ha rappresentato un passo naturale verso questo obiettivo. – ha spiegato il designer – L’idea è far parte di ogni momento della vita di un cliente e credo che i genitori saranno felici di poter comprare per loro e per i loro figli dei capi Givenchy che condividono lo stesso DNA e la stessa storia.  Ho voluto caratterizzare la linea bambino con gli stessi codici stilistici e i riferimenti iconici che ho creato per il brand fin dall’inizio, perché anche questa collezione possa diventare una realtà Givenchy senza tempo.

La collezione Givenchy kids 2019

Quest’anno Givenchy non si fa scappare l’occasione di immergersi ancora di più nel lifestyle citato da Tisci. L’ “athleisure” vera tendenza di quest’anno si può ammirare nelle t-shirt, con l’iconico fulmine e le stelline, negli abiti e negli shorts con bande laterali con logo. Il nero il rosso e il blù caratterizzano la collezione Givency kids primavera estate 2019 che completa i pratici outfit per bambini con cappelli da baseball e calzini logati. Non dimentica il denim nelle gonne e nei pantaloni ma anche nel classico giubbino in jeans. Semplicità, leggerezza, linee fluide. Ancora oggi Givenchy kids rappresenta uno stile che non invecchia, uno stile senza tempo…

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: