Emilio Pucci, un marchese della moda

Data di pubblicazione:12 Ottobre 2019
By Mancini

L’aviatore stilista che ha inventato lo “sportswear”

Marchese, stilista, aviatore e maestro di sci. Emilio Pucci fu un uomo straordinariamente poliedrico che visse appieno il suo tempo. Il suo stile e le sue incredibili fantasie futuriste sono ancora evidenti nelle recenti collezioni del brand. Come è nata la Maison Pucci e qual è il suo tratto distintivo? Ecco la storia del marchio e dell’uomo che lo ha reso famoso.

Emilio Pucci, una vita straordinaria

Nato a Napoli, Emilio Pucci,marchese di Barsento, era erede della famiglia nobiliare Pucci di Firenze. Bravissimo nello sci partecipò alle olimpiadi invernali del 1936 e vinse una borsa di studio per allenarsi nell’Oregon. È proprio in America che esplode la sua passione per la moda disegnando l’uniforme della squadra di sci della scuola. Alla fine dell’esperienza invece di rientrare in Italia compì il giro del mondo imbarcandosi su una vecchia nave, sfidando le autorità militari che al rientro in Italia lo accusarono di renitenza alla leva. Emilio Pucci era un giovane complesso, con molteplici interessi e talenti che aveva voglia di vivere la vita a 360 gradi. Si appassionò al mondo dell’aviazione arruolandosi nella Regia Aeronautica nel 1938 ed intraprese anche in questo campo una brillante carriera. È solo nel 1947 che decide di ritornare a Firenze per coltivare la sua passione per la moda. In quel momento storico prevale l'”Haute Couture” e il mondo guarda in particolare a Christian Dior e alla sua linea “Corolle”. Emilio Pucci, allora, elabora una nuova concezione di abbigliamento e crea lo “Sportswear”. Libera il corpo dalla scomodità degli abiti sofisticati, regalando movimento e dinamicità grazie a drappeggi e forme semplici ed essenziali.

La moda di Emilio Pucci

Pucci apre la sua prima boutique nel 1950 e lo fa nel luogo del glamour per eccellenza, Capri. Subito la sua produzione si contraddistinse per l’uso di colori brillanti e motivi vistosi e marcati, che tanto influenzarono la moda di quei decenni. Emilio Pucci fu un pioniere della moda italiana partecipando alla prima sfilata in Italia, organizzata nel 1951 da Giovanni Battista Giorgini a Firenze. L’anno seguente prese parte alla prima storica sfilata presso la Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze. Tra i suoi successi vanno ricordati, inoltre, la linea di vestiti di seta stampata senza pieghe e il “Neiman-Marcus Award“, premio che gli viene assegnato per il distinto servizio reso nel campo della moda. Nel corso della sua carriera disegnò anche divise come quelle per la missione dell’Apollo 15 o per le hostess, i piloti e il personale della compagnia Braniff International Airways, coloratissime rispetto al panorama di allora. A lui dobbiamo anche le italianissime divise dei Vigili urbani, con i lunghi guanti bianchi e gli elmetti ovali sulla divisa blu. Ampliò in seguito la sua offerta specializzandosi anche nella moda maschile, nei profumi e nella produzione di ceramica per la casa.

Emilio Pucci oggi

L’idea di libertà è una costante per Pucci che rielabora il tema fino ad oggi. Quest’idea viene ripresa nei suoi tessuti: seta, organza, gabardina di cotone e mussolina. I colori e le fantasie futuriste e stroboscopiche restano la firma del brand e ricordano le origini della maison. Dopo la morte di Emilio Pucci la figlia Laudomia ha ereditato la direzione del marchio. Nel 2000 il gruppo francese LVMH (Louis Vuitton) ha acquistato i diritti sul logo Emilio Pucci rilanciando la griffe nel mercato internazionale. Nel 2017 nasce Emilio Pucci junior, la linea per i più piccoli nata in collaborazione con Simonetta. La collezione, dedicata alle bambine da 0 a 14 anni, è frutto dell’incontro tra Emilio Pucci e Simonetta, azienda leader nel childrenswear. Creatività, ricerca e tradizione accomunano queste due realtà italiane che, a partire dalla stagione Primavera–Estate 2018, hanno prodotto una collezione fresca ed energica in perfetta sintonia con lo spirito di Emilio Pucci. Un matrimonio completamente made in Italy di sicuro successo che anche quest’anno punta tutto sul colore. “Pucci è da sempre sinonimo di colore, “joie de vivre”, energia e raffinatezza per cui la collezione bambino è la naturale estensione dell’universo della maison”. Scopri la nuova collezione Emilio Pucci su Mancinijunior.com e ritrova tutto il gusto e la dinamicità del marchese della moda!    

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: