Giochi per bambini da fare in casa

Data di pubblicazione:20 Marzo 2020
By Mancini

Idee per giocare durante la quarantena

Tenere i bambini in casa è dura si sa, ma le belle giornate ci stanno aiutando a tenere alto l’umore. Detto questo è necessario che noi genitori ci adoperiamo per far trascorrere in serenità questi giorni così duri e così lunghi. Come fare? Inventando attività da poter svolgere in casa che li tengano impegnati e facciano sfogare la loro energia.

Il gioco del giardinaggio

La green therapy aiuta i bambini e anche noi stessi. Impegnarci manualmente in un’attività, soprattutto se legata alla crescita di qualcosa, ci aiuta a guardare positivamente al futuro. Detto ciò internet ci aiuta in questo processo grazie a market place come Amazon dove è possibile acquistare piccoli kit per bambini come questo Kit per Coltivare Fiori Dipingi & Pianta . Il vaso in alluminio è personalizzabile con la pittura che è in dotazione. Il bambino in questa prima fase sarà impegnato a realizzare la decorazione del vaso. Successivamente dovrà espandere la terra in acqua e infine procedere alla semina. Nel kit sono inoltre disponibili tre segnaposto dove indicare le tipologie di semi in modo da non dimenticare cosa si è appena seminato. In dotazione nel kit anche la bottiglia per innaffiare e lo scavino per la semina.

La pittura su pietra

Reperire delle pietre da mare o ciottoli da giardino è piuttosto semplice. Diamo allora libero sfogo alla loro creatività distribuendo delle pietre lisce sul nostro balcone e lasciamo pennelli e pittura a loro disposizione. Potranno realizzare volti, animali ed ogni sorta di decorazione, sarà un modo per svolgere un’attività con materiali naturali pur rimanendo in casa. Il lavoretto è molto impegnativo e questo vi consentirà di avere qualche ora di libertà e bambini coinvolti al 100%. Vi serve qualche idea? Le pietre potranno essere dipinte raffigurando i personaggi della sua fiaba preferita e dopo potranno essere usate per mettere in scena la fiaba stessa.

Il collage

Un’altra attività altrettanto impegnativa per i più piccoli è quella del collage. Se non avete in casa il classico kit di fogli colorati, utilizzate carta di riviste o di giornali oppure fate dipingere a loro dei fogli bianchi. Prendete i fogli e fateli letteralmente a pezzi con le forbici. A questo punto realizzate un disegno su cartoncino e dite loro di riempire il disegno con i pezzettini di carta a loro disposizione. Sia chiaro, dovrete mettere in conto un po’ di disordine e un po’ di pasticci ma il divertimento è assicurato e il tempo che vi dedicheranno non sarà poco.

La cucina collaborativa

Coinvolgete i vostri figli in cucina costantemente. Fatevi aiutare dai bambini ad apparecchiare, a inventare ricette e a cucinare i pasti principali. Giocate a fare gli chef di brigata come in “Hells kitchen” e date “fuoco ai fornelli”. Potrete realizzare torte o frittate ma soprattutto lasciateli pasticciare anche se produrranno un mix immangiabile e ingestibile. Sarà divertente sperimentare con loro la creatività e la manualità di cui sono capaci. La cucina collaborativa prevederà poi anche un impiattamento creativo e un servizio al tavolo…qualcuno dovrà sacrificarsi nell’assaggio!

I puzzle

Poco materiale, poca pazienza, poca creatività? In vostro aiuto arrivano i tanto amati e intramontabili puzzle. Ognuno a casa ne ha uno e se non ne avete ricordatevi che esiste il commercio on line! Compratene uno e in pochi giorni potrete riceverlo direttamente a casa. Lunghi saranno i pomeriggi dedicati a questa attività adatta a sviluppare le capacità cognitive del bambino. Attraverso la composizione delle tessere, il bambino interagisce con il genitore e viceversa, avendo come obiettivo la soluzione del gioco. Affinché si possa avere un vantaggio da questa attività è però importante non lasciare da solo il bambino ma rapportarsi con lui in modo da stimolarne l’azione.  Suddividetelo in step cercando prima i pezzi relativi ad un oggetto, fate notare le differenze tra i pezzi e stimolate l’azione da svolgere.

Lo scatolo dei costumi

E infine Mancini junior non poteva che consigliarvi di giocare alla moda! Il travestimento è uno dei giochi più amati dai bambini fra i 2 e i 6 anni perché permette al piccolo di scoprire altri aspetti di sé. Costruire ed utilizzare dei travestimenti sviluppa fantasia, motricità e immaginazione. I bambini adorano travestirsi indossando gli abiti dei genitori ed immaginando di essere qualcun altro, personaggio reale o di fantasia. Oltre all’aspetto ludico il travestimento è importantissimo perché permette ai bambini di sviluppare la conoscenza di sé. Realizzare una scatola dei travestimenti è semplice e stimolante, tanto che già organizzare la scatola sarà un gioco che il bambino amerà moltissimo. Come fare? È sufficiente una cesta o una scatola capiente, da riempire con vestiti colorati, compresi indumenti smessi dei genitori, fermagli, cinture e borse, nastri colorati, cappelli e, se ce le avete, parrucche! Avete altre idee o giochi da suggerirci? Condividiamo queste idee con tutti i genitori in quarantena e rendiamo più dolce e divertente questo difficile momento! Scrivi nei commenti la tua idea!    

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: