Perché i bambini hanno più caldo

Data di pubblicazione:21 Maggio 2020
By Mancini

Fibre naturali per superare l’estate

Quali sono i migliori tessuti anti-caldo per i nostri bambini? Sicuramente i tessuti naturali. I grandi brand dell’abbigliamento per bambini lo sanno e quasi tutti i loro outfit più belli sono realizzati proprio con questi tessuti. Nel nostro catalogo Mancinijunior.com troverai tantissime magliette, pantaloni e gonne in cotone 100%.

Perché i bambini hanno più caldo

I bambini, si sa, soffrono più il caldo che il freddo. I più piccoli, infatti, hanno una temperatura corporea più elevata rispetto a quella dei grandi. Si tratta di un meccanismo del tutto naturale. Il loro sistema di termoregolazione è ancora acerbo e, quindi, per loro risulta più difficile mantenere la temperatura corporea attorno ai 36°-37° gradi come invece succede a noi adulti. Ma come capiamo se il nostro bambino sta soffrendo il caldo? Mani e piedi non sono un buon indicatore, il sangue raggiunge più tardi le estremità del nostro corpo. Fai, perciò attenzione alla sudorazione dietro la nuca o la schiena. Farci caso è molto importante poiché I colpi di calore sono frequenti nei neonati. Uno dei problemi principali legati al caldo è il rischio di disidratazione. Questo avviene se il neonato suda molto e non reintegra abbastanza i liquidi persi. Se si utilizza il latte artificiale, e fa molto caldo, tra una poppata e l’altra, può essere utile dare al bambino un po’ di acqua, magari scegliendo proprio quella che usiamo per diluire il suo latte in polvere.

Fibre naturali, non solo cotone

Come abbiamo anticipato, il nostro catalogo è pieno di prodotti in cotone 100%. Basta sfogliare la nostra selezione di t-shirt per scoprire le ultime tendenze e le composizioni dei capi. Detto questo, il cotone non è l’unico tessuto a poter garantire “freschezza” ai nostri piccoli. Lino, bambù e canapa sono dei perfetti alleati anti caldo. Il lino è un tessuto molto resistente, perfino più resistente del cotone allo sfregamento. Si tratta di un tessuto le cui fibre sono capaci di assorbire l’umidità molto rapidamente. La sua fama millenaria  arriva fino ad oggi, grazie alla sua capacità di raffreddare il corpo anche sotto il sole più caldo. Non solo, la sua texture dall’effetto tridimensionale conferisce al capo un aspetto chic e casual. La fibra di bambù è 100% biodegradabile. La fibra del bambù è cava perciò trattiene il calore in inverno e il fresco in estate, assorbe molto bene l’umidità e la lascia evaporare velocemente. Non solo, garantisce uno schermo totale dai raggi UV ed è una fibra molto elastica. Infine la canapa, con cui già abbiamo visto realizzare borse ed accessori, è un tessuto resistente, antibatterico, traspirante e non trattiene gli odori. Sempre più abiti vengono realizzati in canapa, non bisogna stirarli (e questo farà già sorridere molte mamme) ed a  differenza di altri tessuti crea pieghe più dolci nell’abbigliamento che risultano quindi meno stropicciati. I capi di canapa sono molto traspiranti: freschi d’estate e caldi d’inverno, assorbono il sudore e si adattano bene agli sbalzi climatici.

Piccole attenzioni per la sera

Sì alle fibre sintetiche e alla viscosa per la sera e per le occasioni speciali. Un’attenzione da tenere sempre è quella di far indossare ai bimbi un golf di cotone utili quando le temperature si abbassano. Una delle prime cause di malanni è proprio lo sbalzo termico. Inoltre, un semplice body, per i più piccini, o una canottiera possono evitare il classico colpo di freddo. Cappellino sì o cappellino no? La testa, soprattutto nei neonati, è la parte del corpo di maggiori dimensioni ed è proprio da qui che parte la maggior dispersione di calore. Per questo, sì al cappellino nei mesi freddi, ma anche in quelli caldi per proteggerli dal sole. Il cappello è inoltre un elemento interessante per l’outfit di un bambino. Completa il look, dona un tocco di personalità ed è perfetto per lo sport e le occasioni di festa. Scopri la nostra selezione di cappelli e berretti delle grandi griffes internazionali! Infine preferiamo i vestiti più larghi e freschi a quelli aderenti. Meglio un capo svolazzante, di un soffocante capo corto.      

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: