E-state distanti come vivere bene questa nuova normalità

Data di pubblicazione:06 Giugno 2020
By Mancini

La bella strana stagione!

Il distanziamento sociale e le mascherine restano gli strumenti di prevenzione e contenimento del Coronavirus. A dirlo è stato il Governo in queste ore. Nessun decreto, nessuna ordinanza. Dal 3 Giugno è via libera anche alla mobilità tra Regioni. Ma come sarà questa estate 2020? Senza mega eventi e spiagge affollate, sicuramente. Senza sagre e feste di paese, un po’ più povera ma anche ricca di speranza e di voglia di partire! Vediamo come vivere bene questa fase 3.

Spiagge a norma di protocolli anticovid

Oggi, quelle che prima erano solo supposizioni, sono realtà. Le spiagge hanno adottato le misure di sicurezza e si sono attrezzate per garantire, attraverso il registro del Covid, il distanziamento sociale. Nessuna calca di ombrelloni e nessuna folla sotto. Le regole sono chiare, i numeri sono ridotti e sarà possibile dividere la spesa solo con i familiari.  Tanta è la voglia di prenotare la propria vacanza e, se all’estero è più difficile, in Italia sarà più semplice trascorrere qualche giorno fuori porta. Tutte le prenotazioni dovranno essere flessibili. Con la flessibilità, chi prenota può farlo con maggiore sicurezza avendo la certezza che, in caso di impedimenti legati alla pandemia, sarà possibile ottenere uno spostamento delle date o un rimborso. Airbnb e Boscolo Viaggi ad esempio, hanno già imboccato questa strada. Il tour operator permetterà di cancellare gratuitamente il viaggio fino a 21 giorni prima della partenza mentre Airbnb sta lavorando per garantire più flessibilità nella cancellazione. Tutti i villaggi e gli hotel hanno adeguato le proprie strutture per garantire relax e sicurezza agli ospiti con un’attenzione particolare all’igiene.

Bonus vacanze

Si attendono notizie sul bonus vacanze di 500 euro annunciato dal Governo. Per le famiglie con un ISEE inferiore a 40.000 €, dovrebbe essere possibile fruire di un buono spendibile per vacanze in Italia. L’intento è duplice: aiutare le famiglie ma anche rilanciare il turismo. Ad oggi ancora non so chiare le modalità mentre Astoi Confindustria Viaggi ha denunciato 700 milioni di euro di fatturato perso e prenotazione quasi azzerate. Per questo motivo si è pensato ad un sistema basato sulla detrazione fiscale, che prevede la detrazione dalla dichiarazione di un importo massimo di 325 euro per soggiorni di almeno 3 notti in strutture italiane, beneficio riservato ai dipendenti che hanno un reddito compreso tra 7.500 e 26 mila euro.

E-state distanti ancora per un po’

Non bisogna farsi prendere dallo sconforto e cogliere, piuttosto le nuove opportunità. Prepara le valige con l’aiuto di Mancini junior e scopri la collezione estiva per i tuoi bambini. Nessun turismo di massa, cambia la concezione della vacanza.  Si cercherà di promuovere il local turism mettendo al centro i borghi e i parchi naturali. Luoghi meno noti e lontani dalle mete mainstream, vedranno quest’anno nuova luce. Non è un caso che tra le ricerche maggiori si segnalano quelle per le case vacanze, meglio se con piscina. Si preferiscono i luoghi intimi, a contatto con la natura e poco conosciuti. Nell’incertezza legata alle strutture ricettive, oltre al boom delle case vacanze, si potrebbe registrare anche quello dei campeggi per scoprire luoghi naturali. Insomma non tutto il male viene per nuocere. Anche questa estate ci regalerà belle emozioni se ci apriremo alla voglia di viverle diversamente. Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare. (Ben Herbster) Cogliamo l’opportunità del cambiamento!

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: