Scarpe bambino, come scegliere la taglia giusta?

Data di pubblicazione:28 Giugno 2020
By Mancini

Scopri come non sbagliare più misura!

La scelta delle scarpe bambino è davvero fondamentale e non si può fallire! Il bambino è un essere in evoluzione e una cattiva postura, assunta magari durante i primi passi, potrebbe avere serie conseguenze sul suo sviluppo fisico. Il dilemma che spesso il genitore si trova ad affrontare è come non sbagliare numero. Se per gli adulti la prova è cosa semplice, quando tuo figlio è troppo piccolo per dirti come “calza” diventa una mission impossibile! È possibile scegliere la taglia giusta per le scarpe bambino basandosi sull’età? No, ogni piede ha una conformazione diversa ed unica e capita molto spesso che bimbi della stessa età portino scarpe di misure diverse. Come fare quindi? Vediamolo insieme!

Scarpe bambino attenzione ai neonati!

Per i neonati la scelta della taglia giusta è ancora più complicata. In generale fino ai 24 mesi è bene utilizzare delle scarpette che siano chiuse sia davanti che dietro in modo da proteggere dita e tallone. Quando il piccolo gattona e comincia a camminare, avere scarpe aperte potrebbe causare problemi ai suoi piedini. È necessario che in queste prime prove il piede sia correttamente sostenuto. Mi raccomando osserva bene la sua postura e il modo in cui poggia a terra, anche con le ginocchia, per capire se già da piccolo assume una postura errata. Le prime scarpe devono:
  • Essere della misura giusta
  • avere la punta ampia
  • essere flessibili,
  • avere rinforzi alti e rigidi all’altezza del tallone
  • lasciare libero movimento alla caviglia

Gli errori da evitare assolutamente

Nella scelta delle scarpe bambino alla ricerca della taglia giusta, si compiono anche madornali errori. Ecco cosa evitare assolutamente. Il primo errore è quello di comprare scarpe più grandi per risparmiare. È vero che il piede cresce in fretta ma così facendo il bambino non verrà sostenuto adeguatamente e “l’agio” interno sarà eccessivo, squilibrandolo quando cammina. Anche le scarpe strette possono comportare dei problemi, dando al piede una conformazione sbagliata. Tra le tecniche utilizzate per capire se la scarpa sia quella giusta, alcune sono inattendibili. Non serve, per esempio, appoggiare la scarpa al piede. Quando la suola di una scarpa viene appoggiata al piede del bambino va ricordato che la lunghezza interna non può essere individuata dall’esterno, essendo spesso più piccola per la presenza di rivestimenti, cuciture e sottopiede. Stessa cosa dicasi del metodo “del pollice”. Il pollice preme sulle dita dei piedi per vedere quanto spazio resta per la crescita. Quale è il limite di questa tecnica? Spesso i bambini rannicchiano le dita, arrotolando il piede verso il basso. Meglio allora “tastare” il tallone? No, anche in questo caso il bambino potrebbe spingere il piede in avanti, finché le dita non sono compresse. Infine, non chiedere a tuo figlio come calza una scarpa! I nervi dei piedi dei bambini non sono ancora completamente sviluppati e la loro consapevolezza del dolore è insufficiente a determinare se una scarpa sia più o meno comoda.

Scarpe bambino, come scegliere le scarpe adatte

Come fare allora per individuare la taglia giusta? Intanto è necessario regolarsi sempre sul piede più lungo. Il piede destro e quello sinistro non hanno la stessa lunghezza. Quando si comprano le scarpe, quindi, bisogna tenere come riferimento il piede più grande. In secondo luogo, bisogna tenere conto che le estremità hanno bisogno di uno spazio sufficiente a compiere il movimento. La quantità ottimale di spazio aggiuntivo da considerare nella misurazione è di almeno 1 cm. Infine ecco spiegato l’unico metodo veramente efficace per scegliere la taglia giusta delle scarpe bambino: traccia la distanza tra il tallone e l’alluce su un foglio di carta, facendo un segno in corrispondenza del tallone e uno in corrispondenza del dito. Ritaglia le due sagome e con un righello traccia una linea retta che va dall’alluce al tallone e poi due linee perpendicolari (una parallela alla punta dell’alluce ed una parallela al tallone). La distanza tra i due punti di intersezione delle linee rette è la misura del piede del bambino. Aggiungi sempre un centimetro per sapere è la taglia giusta. Ricorda poi che è meglio acquistare le scarpe nel pomeriggio periodo della giornata in cui il corpo è più gonfio, in modo da valutare la massima estensibilità del piede.

Controllo periodico del piedino!

Come abbiamo detto il senso del tatto non è ancora pienamente sviluppato nei bambini, possono schiacciare il piede all’interno di scarpe molto più piccole, possono dire di sentire perfette scarpe troppo ampie. Pertanto, è bene che i genitori misurino i piedi dei loro figli ogni 2 mesi! E tu hai già scelto le scarpe giuste per il tuo bambino in estate? Ecco quale idea e uno sconto speciale da non perdere!    

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: