I giochi di strada per bambini da riscoprire

Data di pubblicazione:28 Febbraio 2021
By Mancini
Riscopriamo con i nostri figli i giochi che hanno caratterizzato la nostra infanzia per salvarli dall’isolamento sociale. La chiusura delle scuole e l’epidemia da Covd-19 hanno cambiato radicalmente la socialità dei più piccoli e spesso anche la loro mobilità. Se le occasioni sono poche e gli spazi di azione limitati coinvolgiamo i nostri bambini nei giochi da fare in cortile in modo da poter giocare in sicurezza all’aperto con altri bambini oppure con noi. Ecco una lista di 5 giochi da proporre per giocare con poco divertendosi. Ci divertiremo anche noi a ricordarli e a riviverli con i nostri piccoli.

L’intramontabile campana

La campana è uno di quei giochi che non hanno età, attraversano le generazioni e le ritroviamo ancora nei parchi gioco. Realizzarla è facilissimo, basta procurarsi un gessetto ma anche un piccolo calcinaccio come è facile trovare negli edifici ed utilizzarlo come “matita” a questo punto disegneremo le varie caselle da 1 a 9 ed insegneremo ai più piccoli come saltellare da un quadrante all’altro. Questo gioco è possibile anche in casa. Basta dotarsi di pennarelli lavabili e utilizzare le mattonelle come guide. Il gioco è utile per allenare la coordinazione, messa a dura prova dalla chiusura delle palestre e di tutte le attività sportive, ma anche per imparare la sequenza numerica e imparare la rappresentazione grafica del numero.

Un due tre…stella!

Il gioco da strada più noto del mondo e ancora molto diffuso tra i più piccoli è “Un due tre…stella!” (che nella versione originale sarebbe “Un, due, tre stai là!”) farlo è semplicissimo, a differenza della campana non prevede alcuno strumento e bastano solo due giocatori. Uno dirà velocemente la famosa formula “Un due tre…stella!” e l’altro dovrà muoversi velocemente per raggiungerlo senza però farsi mai trovare in movimento quando il compagno che conta si volterà. La parte difficile è rimanere immobili nella stessa posizione in cui il giocatore ci ha trovato, se tentenniamo anche minimamente saremo costretti ad indietreggiare.

I quattro cantoni

SI tratta di uno dei giochi di strada più antichi dell’elenco molto in uso negli anni Sessanta. I quattro cantoni è un gioco da strada semplice che può svolgersi utilizzando strumenti di facile reperimento. Facile e divertente il gioco consiste nell’individuare un’area quadrata immaginaria. Ad ogni angolo è posto un oggetto (una borsa, uno zaino, un sasso) ed i 4 bambini si posizioneranno in loro corrispondenza. A questo punto un giocatore sarà posto al centro e  gli altri  dovranno spostarsi rapidamente da un cantone all’altro senza farsi sfuggire il cantone vuoto dal giocatore centrale. Perde ed esce dal gioco chi resta senza cantone.

Mosca cieca

Chi non ci ha mai giocato? Mosca cieca è un gioco universale che chiunque di noi ha fatto da piccolo. Lo si gioca all’aperto o in una stanza abbastanza grande vuota. Un giocatore scelto a sorte viene bendato (e diventa quindi la “mosca cieca”), e deve riuscire a toccare gli altri, che possono muoversi liberamente all’intorno. se la “mosca” tocca un giocatore, quest’ultimo prende il suo posto. Possono essere introdotte delle varianti come introdurre ostacoli o chiedere alla mosca di toccare il giocatore toccato per indovinare di chi si tratti.

La cavallina

Chiudiamo la rassegna con la cavallina. Coordinazione, allenamento, ossigenazione. Questo gioco di strada ci regala davvero tanto. Antichissimo e quasi in disuso si basava su questo meccanismo: i ragazzi saltavano uno alla volta su un compagno nella posizione della cavallina: gambe dritte, schiena piegata, mani sulle ginocchia e capo abbassato. Si saltava a turno puntando le mani sulla schiena del compagno e allargando le gambe. Ogni azione era accompagnata da una filastrocca. Il giocatore successivo doveva badare a non sbagliare strofa e a ripetere esattamente quella successiva al pezzo citato dal compagno. Si “tornava indietro” se si sbagliava la strofa o si cadeva!

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: