Sonia Rykiel un’icona della moda donna e bambina

Data di pubblicazione:17 Giugno 2021
By Mancini
Nasce nel 1968 la moda Sonia Rykiel Paris. Lo stile è pienamente quello parigino e trasuda dal suo capo iconico: il maglione a righe orizzontali In vendita nella boutique Laura di Parigi, il capo fa letteralmente innamorare la cantante francese Francoise Hardy e Audrey Hepburn, in tournée mondiale per il suo film. Lo indossano come simbolo di femminilità anni Settanta, la moda di Sonia Rykiel è per la donna emancipata e iconoclasta. La stilista diventa una delle figure principali del prêt-à-porter parigino.

I riconoscimenti di Sonia Rykiel

Attraverso le sue collezioni, Sonia Rykiel è riuscita a sovvertire la moda e a disegnare abiti che richiamo uno stile di vita libero, pratico ma sempre di classe. Rompendo gli schemi, sovvertendo codici e regole stabilite, la Rykiel è stata solo e sempre una sostenitrice delle donne. Ed è forse stato questo a fare la differenza. La stilista riceve infatti negli anni numerosi riconoscimenti:
  • Premio internazionale New York Fashion Group
  • Ordine Nazionale della Legion d’Onore, poi Comandante
  • Insegne di Commendatore delle Arti e delle Lettere
  • Grande Ufficiale dell’Ordine Nazionale al Merito.
E non solo, la stilista parigina è l’unica nella sua professione ad avere una strada intitolata, parliamo di Sonia Rykiel Alley nel quartiere di Saint-Germain-des-Prés.

Il Rykielismo

Il Rykielismo è un movimento sociologico e stilistico fondato nel 1968 da Sonia Rykiel a Saint-Germain-des-Près, un quartiere della Rive Gauche di Parigi. Il rykielismo esalta la liberazione delle donne attraverso la sensualità, l’intelligenza e l’irriverenza. Alla base del movimento, infatti, c’è uno stile di vita chic e anticonformista. Quello tipico delle donne parigine. Il rykielismo diventa quindi la libertà di essere sé stessi. Un principio universale che spiega la modernità, la longevità, l’influenza e la lunga eredità della sua visione, che ne fa un riferimento ideologico ancora oggi.

Sonia Rykiel Enfant

Nel 1983 la stilista lancia una linea bambini, è la Sonia Rykiel Enfant. L’idea nasce dalla sua gravidanza. Sonia ha sempre raccontato che mentre era incinta non riusciva a trovare niente che le piacesse per la sua bambina, ha iniziato così a disegnare una collezione bambina davvero irriverente ed allegra. “Avevo voglia di capi da bambina comodi, divertenti, impertinenti, morbidi, pratici e lavabili in lavatrice. – raccontò la stilista- e allora li ho disegnati ispirandomi, senza copiare, alla moda Rykiel”. Ecco quindi, che arriva una linea davvero unica, fatta di abiti-maglioni a righe per bambine ma anche paillettes e lustrini, ricami e tulle. Una moda che diventa cult immediatamente, prima a Parigi, poi nel mondo. Scopri la collezione Sonia Rykiel Enfant su mancinijunior.com

La morte della stilista

Sonia Rykiel muore nel 2016, aveva scritto della sua malattia in un libro: “N’oubliez pas que je joue”, edito 2012.  “Tra qualche tempo non sarò più la stessa, ma non mi lascerò risucchiare dalla vecchiaia, lotterò, mi trasformerò, offrirò coppe di champagne. Diventerò un simbolo”, aveva scritto. E ci è riuscita.  

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: