Herno: cappotti made In Italy tra innovazione e tradizione

Data di pubblicazione:31 Gennaio 2022
By Mancini
In inverno chi vuole essere alla moda si trova combattuto: vestirsi bene o coprirti per evitare di ammalarti? Questo nel caso dei più piccoli è ancora più vero. Spesso, quindi, succede di preferire capi che siano funzionali e che compiano il loro dovere iniziale, cioè coprire. Ma è davvero cosi? I vestiti invernali sono sempre troppo e devono rinunciare al design per essere davvero utili al loro scopo originale? Non la pensa assolutamente cosi il brand Herno e Herno Kids. Un brand nato nel 1948 da un’idea di Giuseppe Marenzi e sua moglie, produttori di impermeabili.

Herno: un po’ di storia

Herno è il simbolo della comunione tra il fiume Erno e la H che è il simbolo dell’acqua e dell’impermeabilità. Oggi, che a tenere le redini è Claudio Marenzi, figlio dei fondatori del brand, quello che avevano sempre sognato si è realizzato. Prima che Claudio prendesse il comando agli inizi del 2000, il brand si limitava a fornire ad altri brand i cappotti da rivendere. Già nel 1960, ad Osaka erano venduti i cappotti in cashmere realizzati dalle sapienti mani di Alessandra, la madre di Herno. Vedere i propri prodotti all’estero può essere soddisfacente, ma non basta. Proprio per sfidare sé stesso e dare nuova linfa all’azienda di famiglia, Claudio Marenzi ha optato per un ritorno alle origini. Sotto la sua guida Herno ha ripreso a produrre per sé i propri capi ed ha optato per l’apertura di tanti store monomarca me. Herno oggi è la rivoluzione dei capi invernali: coniugando tecnologia, innovazione e tradizione riesce ad offrire ai propri clienti prodotti caldi e funzionali ma comunque comodi e decisamente in linea con le nuove tendenze. I prodotti di Herno brand sono realizzati con tessuti frutto di un’accurata ricerca di ingegneria sartoriale. Sono impermeabili, traspiranti ma soprattutto non ingombranti come i tradizionali piumini.

Herno Kids: innovazione Made in Italy al servizio dei più piccoli

Il successo di Herno non si ferma qui: nel 2013 il brand lancia la sua prima linea kidswear, presentata durante Pitti Bimbo. Per la linea Kids Herno ha deciso di creare dei piccoli duplicati di capi già esistenti per la linea degli adulti. Oltre a questo, si è deciso di puntare sul colore: per i più piccoli si punta al rosa o all’azzurro, proponendo anche i più classici verde e marrone. La linea Kids è fatta di cappellini, sciarpe, piumini e cappotti, tutti realizzati con le stesse innovazioni tecnologiche utilizzate per la linea principale. Sono disponibili infatti le mini versioni dei piumini extra-lite 200 grammi e anche delle mini versioni di tutta la linea Laminar, la più famosa del brand. La linea Kids è distribuita sia in Italia che all’estero. Il commercio italiano è stato affidato ai più importanti store per bambini. Quello estero, invece, viene fatto solo attraverso agenti di commercio.

Le novità Herno per il 2022

Come hai visto, la più grande forza delle collezioni Herno è l’innovazione tecnologica e la continua ricerca per il rinnovamento estetico del brand. Per il 2022, proprio dal punto di vista estetico, c’è un cambiamento abbastanza evidente: la H all’inizio del nome del brand è diventata simbolo monografico del brand stesso. È proprio quella H, simbolo del rapporto del brand con l’acqua, a ricorrere come elemento portante su capi e accessori. È grande sui cappelli, più piccola sulle zip ma è sempre protagonista. Insieme a questo nuovo elemento grafico, il brand ha optato per uno stile monogram, non troppo caotico, per regalare anche ai più piccoli la giusta eleganza. Insomma, Herno brand ci ha insegnato una cosa fondamentale riguardo alla moda invernale: stare al caldo non vuol dire vestirsi male. Non perderti i capi in saldo su mancinijunior.com

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: