Allergia latte vaccino nei bambini: di cosa si tratta

Data di pubblicazione:29 Luglio 2022
By Mancini
Hai mai pensato a quanto può essere bella la vita di un neonato? Si mangia, si dorme e si ricevono tante coccole. I bimbi appena nati sono tenerissimi e dolcissimi e hanno un buonissimo odore di latte. Se è vero che l’essere umano è quello che mangia, allora i bimbi piccoli sono una piccola nuvola di latte. Purtroppo però, non tutti i bimbi possono bere il latte. Il passaggio dal latte materno a quello vaccino è sempre un momento piuttosto delicato della crescita. Mentre il latte materno è il risultato naturale di tutti i cibi ingeriti dalle mamme, il latte vaccino è il prodotto di una lavorazione ed è pieno di proteine che, prima di assaggiarlo, il bimbo non ha mai ingerito. Come ogni componente presente in un alimento, anche le proteine presenti nel latte vaccino possono causare delle reazioni allergiche nei bambini. Secondo i dati di una ricerca americana a riguardo, questa eventualità risulta essere piuttosto rara e coinvolge 2 bambini su 100 (2%). Negli ultimi anni, la percezione è che, anche in Italia, ci sia un aumento delle diagnosi di allergia latte vaccino nei bambini. Ma è proprio vero? A fare la differenza sono i pediatri di base che con occhio attento sono in grado di valutare ogni aspetto. Va fatto però un primo e doveroso chiarimento: questo tipo di allergia non ha una diagnosi molto semplice e spesso la sintomatologia può confondere: disturbi gastrointestinali, pianti improvvisi, ecc. Impariamo a districare la matassa insieme.

Allergia latte vaccino nei bambini: non è intolleranza al lattosio

Quando si affronta la questione dell’allergia latte vaccino nei bambini sicuramente non si deve incappare nell’errore di non confondere tale allergia con una intolleranza al lattosio. Il lattosio è, infatti, un tipo di zucchero presente nel latte che a richiesta può essere anche eliminato. In commercio, infatti, ci sono anche prodotti senza lattosio. L’allergia al latte vaccino riguarda invece 2 proteine presenti nel latte che non possono essere scisse. Veniamo così alla domanda più importante che si pongono le mamme prima di dare ai figli il latte vaccino: come si fa a capire se il bambino è allergico al latte vaccino?

Allergia latte vaccino nei bambini: la sintomatologia

Ci sono tante reazioni che possono fare da campanello di allarme per una possibile allergia: molti si fanno spaventare anche da un semplice mal di pancia o da episodi di diarrea. In realtà il vero campanello di allarme per l’allergia al latte vaccino è un altro. Se dopo aver bevuto il latte il bimbo presenta un rush cutaneo, allora potrebbe essere allergico al latte vaccino. Come per ogni patologia però, non basta vedere il presentarsi di una particolare sintomatologia per dedurre di averlo. L’unico modo per diagnosticare un’allergia alle proteine del latte, è affidarsi ad un professionista. Come fa un allergologo a diagnosticare l’allergia al latte vaccino? Scopriamolo insieme.

Metodi diagnostici

Uno dei primi metodi utilizzati per diagnosticare l’allergia al latte vaccino è il prick test da contatto. In cosa consiste? Il medico mette il piccolo a contatto con il latte (basta anche una piccola goccia per scatenare una reazione) e aspetta il presentarsi di eventuali rush cutanei. Ci sono tipi di allergie più lievi che si manifestano non per forza subito dopo il semplice contatto con il latte. Il test più sicuro e veritiero da fare è quello della somministrazione controllata. Con il supporto del medico, darai un po’ di latte al bimbo. Il medico aspetterà insieme a te il tempo necessario per l’eventuale comparsa di sintomatologie allergiche. È importante che questo tipo di test sia realizzato in un ambiente sicuro, per poter intervenire nel caso dovessero presentarsi reazioni gravi.

Alcuni consigli utili

Chiudiamo questa piccola guida con qualche piccolo consiglio: non concentrarti troppo sulla sintomatologia, potrebbe confonderti. L’apparato digerente dei bambini è estremamente delicato, quindi è facile che capitino episodi di malessere. Prima di pensare ad un’allergia ed eliminare il latte dalla vita di un bambino bisogna pensarci molto bene: il latte, soprattutto nei primi anni di vita, è fondamentale nell’alimentazione. Uno yogurt al pomeriggio, un pezzetto di parmigiano dopo pranzo, un bel frullato. Questi alimenti hanno tantissima importanza nell’alimentazione di un bimbo. Il latte rafforza le ossa e aiuta a farle crescere forti e sane. Quindi il nostro consiglio è di non eliminare bruscamente il latte dall’alimentazione di tuo figlio. Prima di farlo, accertati dell’allergia. E tu hai notato episodi riconducibili a un’eventuale allergia latte vaccino nei bambini? Prova a seguire i nostri consigli e ricorda di rivolgerti sempre ad un esperto.

Leave a comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: